Workshop Cesmar7 – Test microchimici per il restauro

Cesmar7 Workshop

Test microchimici per il restauro

Riconoscimento di biodeteriogeni ed identificazione di sostanze filmogene naturali e di pigmenti

16-17-18 novembre 2023
9.00-13.00 e 14.00-17.00

Docenti:

Matteo Montanari, Ilaria Saccani


Date e Orario:

16-17-18 novembre 2023
9.00-13.00 e 14.00-17.00


Sede dello svolgimento:

Laboratorio CESMAR7 -Viale Dei Mille 32, 42121 Reggio Emilia



Costo e modalità d’iscrizione:

  • € 340 Intero;
  • € 170 studenti (comprensivo di tessera associativa 2023);
  • € 300 intero soci CESMAR7 2023;
  • € 150 studenti;


modalità d’iscrizione:

Inviare la propria candidatura entro il 16 ottobre 2023 all’indirizzo cesmar7@cesmar7.org con i propri dati (nome e cognome/ragione sociale, indirizzo/sede ditta, codice fiscale/p.iva).



A chi è rivolto

Restauratori, Tecnici del Restauro, Studenti


Tipologia corso:

Corso teorico-pratico, in presenza. Al termine del corso ai partecipanti verrà fornito un kit individuale di reagenti per lo svolgimento dei test trattati.



Per info:

Segreteria Cesmar7, Grazia Cavanna:
tel. 3407258790
mail. cesmar7@cesmar7.org

Programma

I GIORNO (Matteo Montanari)

Modulo biologia

  • Cenni di biologia applicata al restauro (2h)
  • La microscopia ottica
    • L’uso del microscopio digitale a luce riflessa per licheni e insetti (1h)
    • L’uso del microscopio ottico per il riconoscimento di muffe (1h)
    • L’uso del microscopio ottico a fluorescenza per alghe e cianobatteri (1h)
  • Test biochimici per l’analisi microbiologica
    • Il test dell’ATP per determinare l’attività microbica con luminometri da campo (1h)
    • Il test della fluorescenza per determinare la presenza fungina con lampada di Wood (1h)
II GIORNO (Ilaria Saccani)

Teoria:

  • Definizione generale: sostanze filmogene polimeriche e non. Processi di formazione del film: fisico, chimico, e filmazione delle dispersioni. Meccanismi generali di degrado: ossidazione, idrolisi, polimerizzazione, cross-linking e depolimerizzazione.
  • Sostanze proteiche: Amminoacidi e loro caratteristiche, il legame peptidico. Le proteine: struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria, la forma, la conformazione nativa, interazioni covalenti e non. Dalla messa in opera all’invecchiamento, idrolisi e reticolazione. Materiali nelle opere: le colle animali e il collagene, l’albume e il tuorlo d’ uovo, la caseina.
  • Polisaccaridi: il Glucosio, la forma emiacetalica, α e β- Glucosio. Il legame glicosidico e la formazione del polisaccaride. Materiali: gomme (adragante, arabica, di ciliegio), Amido.
  • Lipidi: acidi grassi saturi e insaturi, formazione dei Trigliceridi, Meccanismo di polimerizzazione ossidativa, scissione, idrolisi e fase ionica. Interazione solvente-olio: il leaching. Altri olii (cenni): olio di noce, olio di papavero. Le cere: struttura e caratteristiche.
  • Terpeni: dall’Isoprene ai terpeni. Classificazione. Diterpeni, Triterpeni, Gommalacca.

Pratica:
Preparazione e svolgimento di test microchimici per la determinazione delle sostanze filmogene naturali:

  • Test per il riconoscimento delle proteine
  • Test per il riconoscimento dei polisaccaridi
  • Test per il riconoscimento dell’amido
  • Test per il riconoscimento dei lipidi saponificabili (olii e cere)
  • Test per il riconoscimento dei composti insaturi (olii siccativi)
  • Test per il riconoscimento della Colofonia

I test verranno effettuati sia su materiali standard che su prelievi da opere reali. Discussione dei risultati ottenuti.

III GIORNO (Ilaria Saccani)

Teoria:
Pigmenti: pigmenti inorganici ed organici, Color Index e classi di stabilità. Caratteristiche chimiche e principali alterazioni (ossidazione, UR, agenti inquinanti), incompatibilità con altri pigmenti o con tecniche artistiche.
Bianchi: Bianco di Piombo, Bianco Sangiovanni, Bianco di Zinco, Bianco di Titanio
Gialli: Gialli di Piombo (Massicot e Litargirio, Giallolino, Giallo di Napoli), Orpimento, Ocra Gialla.
Rossi: Minio, Vermiglione e Cinabro, Ocra Rossa, Lacche
Blu: Azzurrite, Blu oltremare artificiale e naturale, Blu Egizio, Blu di Prussia
Verdi: Malachite, Terra Verde, Resinato di Rame, Verdi di Cromo
Bruni: Terra di Siena naturale e bruciata, Terra d’ombra naturale e bruciata,
Neri: nero carbone, nero vite, nero lampada, nero fumo, nero d’ossa

Pratica:
Preparazione dei materiali e svolgimento dei

  • Test per il riconoscimento dei Carbonati
  • Test per il riconoscimento dei cationi:
    • Piombo
    • Ferro
    • Rame
  • Test per il riconoscimento del Blu di Prussia

Le prove verranno effettuate sia su pigmenti standard che su campionamenti da casi studio; Discussione dei risultati ottenuti.
Riassunto delle due giornate e conclusioni