Corso in streaming, di quattro incontri.

Docente: Barbara Caranza, Marco Pregnolato, Stefano Oliveri
Date: 12, 13, 18 e 19 Marzo 2021
Orari: 15:00 – 18:00
Piattaforma per lo streaming: Zoom

A CHI È RIVOLTO IL CORSO

Restauratori, archeologi, architetti, ingegneri, storici dell’arte e studenti.
Il corso non abilita formatori per i volontari impiegati in emergenza.

CONTENUTI

Conoscere che cosa s’intende per disastro, rischio, esposizione, vulnerabilità

  • Rischio sismico, Rischio idraulico, Rischio idrogeologico
  • Emergenze complesse
  • Mappatura degli hazard
  • Fonti di riferimento disponibili per pianificare l’emergenza (mappe di pericolosità idraulica, idrogeologica, incendi di interfaccia, sismica, maremoti…)
  • Punti di forza e di debolezza delle banche dati disponibili
  • La pianificazione di protezione civile: strumenti previsti, dal livello nazionale a quello comunale
  • Ruolo dei Segretariati regionali e UCCR
  • Catena di comando e controllo nella gestione delle emergenze
  • Esempi e approfondimenti
  • Sistemi di allertamento in essere
  • Mappatura del patrimonio culturale
  • Fonti di riferimento disponibili
  • L’analisi dei valori dei Beni Culturali
  • Gli impatti dei disastri e la perdita dei valori
  • Le attività del sistema di Protezione Civile nelle fasi di previsione, prevenzione, pianificazione, gestione e superamento dell’emergenza
  • Il Piano di gestione del rischio da disastro per il Patrimonio Culturale
  • Valutazione della vulnerabilità del Patrimonio Culturale dovuto all’esposizione
  • Valutazione della vulnerabilità del Bene in funzione della sua tipologia costitutiva e della tipologia di evento
  • Valutazione del rischio
  • Scenari di disastro
  • Pianificazione degli interventi di mitigazione del rischio
  • Pianificazione di risposta all’emergenza
  • Valutazione del danno
  • Formazione e addestramento delle squadre di soccorso
  • Pianificazione delle attività di stabilizzazione
  • Pianificazione delle attività di movimentazione e ricovero nei depositi temporanei
  • Implementazione e revisione del piano di gestione del rischio da disastro per il Patrimonio Culturale
  • Ruolo degli Stakeholders e della comunità.

Durata

12 ore suddivise in quattro giornate:
dalle 15.00 alle 18.00

Costo

Intero: 150 €
Riduzione per i soci CESMAR7 2021: 120 €
Non è possibile iscriversi ai singoli incontri.

Altre informazioni sul corso

Numero minimo di partecipanti per attivazione del corso: 12
Numero massimo di partecipanti: 20
Gli incontri si terranno sulla piattaforma Zoom.
Non saranno disponibili registrazioni delle lezioni.
Verranno rilasciate dispense e attestato di frequenza.

Docenti

Barbara Caranza

Barbara Caranza

Membro del direttivo CESMAR7

Marco Pregnolato

Ecometrics

Stefano Oliveri

Ecometrics

Marco Pregnolato è laureato in Scienze e Tecnologie Agrarie all’Università degli Studi di Milano, con una specializzazione nell’ambito del dissesto idrogeologico. Ricercatore indipendente, ha collaborato con diverse realtà e istituti di ricerca (tra i quali Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano, EURAC Accademia Europea di Bolzano e Fondazione Lombardia l’Ambiente) nel campo dell’analisi di vulnerabilità e rischio e dell’adattamento al cambiamento climatico. Ha costruito la propria esperienza nel supporto tecnico-scientifico a enti istituzionali, quali amministrazioni regionali e comunali, nello sviluppo di politiche per il clima, la tutela ambientale e la gestione dei rischi naturali, avendo curato, fra gli altri, il Documento di Azione per l’Adattamento al Cambiamento Climatico della Regione Lombardia. È collaboratore di lungo corso e socio di Ecometrics srl (spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore).

Barbara Caranza è restauratrice, si occupa dal 1995 di restauro di materiali lapidei e derivati, superfici decorate dell’architettura, di manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile. Membro del direttivo del Centro per lo studio dei materiali per il restauro (Cesmar7), docente a contratto per scuole di alta formazione, Università e per il sistema di Protezione Civile nelle materie che riguardano la Protezione dei Beni Culturali in area di crisi, metodologie della stabilizzazione e piani di gestione del rischio da disastro per il Patrimonio Culturale. Ufficiale RS dell’Esercito Italiano per la Cultural Property Protection. Numerosi i suoi interventi di pianificazione e gestione delle emergenze in riferimento al patrimonio culturale in teatri operativi italiani ed esteri attraverso incarichi ministeriali. External expert di Università Cattolica del Sacro Cuore per lo sviluppo delle attività del progetto Interreg Alpine Space CHEERS (Cultural HEritagE Risks and Securing activities). Presidente e fondatore di Chief Onlus, prima associazione italiana inserita dallo Scudo Blu Internazionale nella lista delle attuali sei organizzazioni al mondo che operano nella protezione del patrimonio culturale in situazioni di emergenza.

Stefano Oliveri è laureato in Scienze Ambientali all’Università degli Studi di Milano e MASTER MEMA (Master in Environmental Management) all’Università Commerciale Luigi Bocconi. Collaboratore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, è Presidente di Ecometrics srl (spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) e Amministratore Delegato della startup innovativa LibraRisk. È esperto in analisi di rischio e pianificazione di emergenza, campo nel quale vanta ampia esperienza avendo curato la redazione dei Piani di Protezione Civile per un vasto numero di Municipalità sul territorio nazionale. Si occupa inoltre di comunicazione del rischio attraverso tecnologie innovative

Per ulteriori informazioni:

Cesmar7, segreteria:

Grazia Cavanna
cesmar7@cesmar7.org
tel. 3407258790

ISCRIZIONI

Entro il 5 marzo 2021.

Per partecipare scrivere e-mail a cesmar7@cesmar7.org con richiesta di iscrizione al corso in oggetto indicando i propri dati (nome, cognome, indirizzo di residenza, codice fiscale, contatti)

Vi saranno di seguito inviate indicazioni per il versamento del contributo, di cui invierete distinta via mail; dopo di che verrà rilasciata ricevuta fiscale e codici per partecipare alla lezione in streaming.